Forum Velisti Non Solo Per Caso
NOVITA' AREA MAPPE GPS - CONDIVIDI LA TUA POSIZIONE!

Forum Velisti Non Solo Per Caso
[ Home Sito | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Modi di Navigare
 Navigazione astronomica
 1) Lezione di navigazione astronomica
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione   

The Dreamer
Forum Admin



Regione: Sardegna
Prov.: Oristano


14843 Messaggi

Inserito il - 27/04/2013 : 08:54:53  Mostra Profilo Invia a The Dreamer un Messaggio Privato


Navigazione astronomica con e senza l'ausilio del PC

PRIMA LEZIONE - PANORAMICA DI COME SI OPERA PER FARE IL PUNTO NAVE
Comparazione di due software dedicati: NAVASTRO e CHIESA

In estrema sintesi le operazioni connesse all'esecuzione del punto astronomico sono:

1) Misurazione dell'altezza dell'astro e contemporaneo stop orario
• Si deve conoscere l'errore del sestante si chiama errore d'indice e la sigla è gamma.
• Si deve conoscere l'ora esatta al secondo ed è conveniente riferirsi all'ora universale TU o con termine obsoleto: GMT Greenwich Mean Time (Tempo medio riferito al meridiano di Greenwich).
• Si devono prendere almeno tre altezze e tre stop orari e farne la media.

2) Punto con il sole: è il più semplice da ottenere. Le stelle, luna e pianeti per ora lasciamoli stare.
Si devono fare al minimo due osservazioni distanziate tra loro in modo tale che il sole si sia spostato in azimuth onde ottenere un buon angolo. Quando si fanno due rilevamenti di punti a terra si prendono con una buona differenza di angolo rilevato: qui vale lo stesso principio: si aspetta che il sole si sposti. Si deve tenere traccia della rotta e della velocità tra le due osservazioni.

3) Si deve stabilire un punto nave stimato sul quale basare i calcoli ed il programma calcola l'altezza del sole che si sarebbe misurata essendo in tale punto al momento dello stop orario: è detta altezza stimata simbolo hs (o anche Ho: altezza calcolata). Il programma calcola anche l'azimuth del sole. Questo passaggio comporta la risoluzione di un triangolo sferico: le tabelle HO214, HO229, HO249 fanno semplicemente questo e lo fa anche una piccolissima calcolatrice tascabile con le funzioni trigonometriche…

4) Il programma corregge le altezze misurate col sestante e ne fa la media: si ottiene l'altezza vera simbolo hv. In realtà CHIESA lo fa, NAVASTRO no; quest'ultimo accetta un solo valore di altezza, per cui con NAVASTRO le medie delle tre altezze e dei tre stop orari vanno fatte a mano. SI SCONSIGLIA VIVAMENTE di basare l'osservazione su di un solo valore, si rischiano CANTONATE.

5) Ci sono ora tutti gli elementi per fare il punto nave: il programma NAVASTRO disegna la prima retta di altezza basandosi sull'azimuth del sole (la retta è perpendicolare all'azimuth) e sulla differenza algebrica hv - hs, detta intercetta ( se fossimo esattamente nel punto stimato è pacifico che hv e hs coinciderebbero!!! e quindi hv - hs varrebbe zero), poi traccia la seconda retta e la trasporta secondo rotta e distanza percorsa ESATTAMENTE come si opera con due rilevamenti successivi dello stesso punto. CHIESA non propone un grafico, ma utilizza un algoritmo che fornisce direttamente il punto nave. In alternativa, ed io preferisco usare questo secondo metodo, CHIESA fornisce gli stessi valori forniti da NAVASTRO (azimuth e intercetta hv-hs) ed il disegnino lo faccio io sulla carta nautica reale o cieca autocostruita ad hoc.

FACILE NO ? Non è proprio così però! Dove stanno normalmente le difficoltà ?
Prima difficoltà: imparare a fare le misure col sestante, la mia esperienza mi dice che tutti riescono abbastanza facilmente, se opportunamente guidati, a fare questo passo.
Seconda difficoltà, nettamente più ardua: fare i calcoli. E' vero che li fa il PC, ma i dati di partenza li immette l'operatore e l'esperienza mi insegna che molto spesso qui si fanno gli errori più banali per disattenzione: proprio come a scuola !! E' bravo, ma di un disattento !!
Purtroppo i numeri sono tanti, l'operare con il sistema sessagesimale mescolato a quello decimale pone non poche difficoltà. L'attenzione si sposta al premere il tasto giusto e così si copia il dato sbagliato....eccetera...eccetera e alla fine il punto non viene.


Alla mia età nonostante non possa più permettermi di perdere tempo nel fare qualcosa che non mi va di fare, continuo a farne; ma perché?

Stefini 36 Atlantic

Oristano
  Discussione Precedente Discussione   
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Velisti Non Solo Per Caso © 2000-09 Snitz Communications | velisti-nonsolopercaso.it Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,04 secondi. Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000